Materassi in lattice naturale

Materassi in lattice naturale vs materassi in lattice sintetici

In commercio si trovano centinaia di materassi in lattice. Un offerta incredibile, caratterizzata da un’ampia gamma di prezzi ed un’altrettanta vasta scelta di nomi commerciali.

A chi non è del settore, il mercato dei materassi in lattice potrebbe inizialmente sembrare complesso, ed infatti lo era finché, per portare un chiarezza ed ordine in questo ambito, il Ministero delle attività produttive non ha emesso la Circolare del 7 dicembre 2001

La Circolare in oggetto fornisce indicazioni sulla terminologia da utilizzare quando ci si riferisce ai materassi in lattice. Partendo da una terminologia comune, è più semplice far luce sulla complessa rete delle offerte presenti in commercio.

Partiamo quindi con delle “noiose” definizioni, ma vi prometto che ne vale la pena. Poi sarà più facile valutare le offerte ed i prezzi dei materassi in lattice acquistabili online.

Si definisce “materasso 100% lattice” (o “materasso tutto lattice”) un supporto la cui anima è totalmente in lattice e questa è spessa almeno 10 cm. Se l’anima di cui sopra contiene più del 85% di lattice di origine naturale allora il materasso può essere definito “di origine naturale“.

Poi abbiamo i “materassi in lattice”. Si definiscono tali quei materassi la cui anima è realizzata attraverso la sovrapposizione di più strati di materiali di cui uno è il lattice. Quest’ultimo strato deve avere un’altezza minima di 10 cm e deve rappresentare almeno il 60% in altezza del materasso.

Per andare incontro ai consumatori la Circolare prevede anche che, nei materassi in lattice, compaia impressa in modo permanente la denominazione (“materasso in lattice”) e la sua eventuale composizione.

Materassi in lattice naturale

Il lattice naturale è un prodotto ecologico e completamente biodegradabile in quanto è naturalmente prodotto dall’albero della gomma (pianta nota anche con il nome di Havea Brasiliensis).

Il prelievo del lattice dall’albero della gomma avviene manualmente, per incisione della corteccia, un’operazione che viene eseguita in varie parti del mondo manualmente da parte di migliaia di contadini. La Thailandia è  il più grande produttore di lattice.

L’elevato costo del lattice naturale è legato alla limitata disponibilità del materiale. Basti dire che per produrre un solo materasso matrimoniale di media altezza (21 cm) è necessario un mese di lavoro su un piccolo appezzamento (1 ettaro). Un solo albero di gomma produce al massimo 3,5 kg di lattice all’anno.

Benefici dei materassi in lattice naturale

Tra i benefici principali del lattice naturale ricordiamo:

  • l’elasticità, ovvero la capacità di opporre resistenza al peso che agisce su di esso in modo proporzionale al peso stesso e la capacità di riacquistare la propria forma iniziale quando questo cessa;
  • la traspirabilità, grazie alla sua struttura porosa. Essa permette l’evaporazione dell’umidità prodotta dal corpo e, di conseguenza,l’igiene del materasso stesso;
  • le sue proprietà anti-acaro;
  • le proprietà batterio-statiche;
  • le sue proprietà anti-batteriche.
  • altezza di un materasso in lattice naturale

Materassi in lattice e reti

A differenza dei materassi in memory foam e ed i materassi gonfiabili, i materassi in lattice naturale possono venire abbinati ai più disparati tipi di supporto: reti a molle, reti a doghe, supporti pieni, senza che questi vengano danneggiati.

Durata

Tra tutti i tipi di materassi, quelli in lattice naturale sono i più durevoli, in media 15-2o anni, contro i 7-10 anni di durata media degli altri materassi.

Manutenzione del materasso in lattice naturale

Poiché i materassi in lattice naturale sono naturalmente traspiranti e sono dotati di struttura porosa adatta a far evaporare l’umidità corporea non è necessario ruotarli periodicamente, anche se è buona norma farlo.

Misure

In Italia le misure più utilizzate per i materassi sono:

  • 80×190 o 200 cm per i materassi singoli (o materassi ad una piazza)
  • e 160×190 o 200 cm per i matrimoniali (o materassi a due piazze).

Ma la maggior parte dei produttori offrono svariate misure intermedie. Questo vale per i materassi in lattice, ma anche per le altre tipologie, ad eccezione di quelli gonfiabili.

In termini di spessori, i materassi in lattice misurano tra i 18 ed i 25 centimetri. Come avrete capito, maggiore è lo spesso e maggiore sarà il peso del materasso ed il suo costo. In genere i materassi più spessi sono raccomandati per le taglie forti

Tecniche di produzione dei materassi

Se state cercando materassi in lattice è probabile che vi imbatterete in varie teorie e spiegazioni sui processi produttivi delle lastre in lattice.

A nostro parere, per il consumatore finale, non ha senso entrare nel merito del processo produttivo utilizzato. Per questa ragione affronteremo l’argomento in modo molto rapido.

Esistono tre principali tecniche di produzione dei materassi in lattice:

  • talalay;
  • dunlop;
  • processo continuo.

Dunlop e talalay sono i due principali metodi di produzione. Grazie a questi due metodi è possibile realizzare sia il lattice 100% naturale sia le miscele di lattice naturale e sintetico. Il metodo dunlop produce un unico pezzo di lattice, mentre il metodo talalay produce sezioni di lattice che devono essere unite per mezzo di colle.

Il metodo continuo invece permette di ottenere un lattice simile a quello che si ottiene con il metodo talalay, ma che non necessita di essere incollato. Questo metodo di produzione è poco utilizzato e non è facile trovare in commercio materassi in lattice realizzati con esso.