Guida a 360° sulla scelta delle lenzuola

Non riconoscete il rasatello e il percalle di cotone? Siete confusi sul numero di fili del tessuto? Rinnovate il vostro letto con questa guida all’acquisto di lenzuola e biancheria da letto.

Biancheria in cotone

La classica biancheria in cotone e fresca e comoda sulla pelle e ci sono tantissimi stili e fantasie tra cui scegliere. E’ facile da lavare, versatile e abbordabile in termini di prezzi.

Biancheria in percalle di cotone

Il filo del cotone è pettinato in modo particolare per renderlo fresco e lussuoso. Il percalle di cotone è leggero e fresco al tocco e con una cura adeguata durerà per anni.

Biancheria in rasatello di cotone

Una speciale tecnica di tessitura dà al rasatello di cotone una lucentezza favolosa ed è più morbido e più liscio del cotone normale e del percalle. Costa molto di più del semplice cotone.

Biancheria in cotone egiziano

Il cotone egiziano è considerato di solito il miglior materiale per biancheria, viene dalla regione del delta del Nilo e costa molto per la sua fibra forte e lucente. Resistente e facile da curare, ma costa di più delle semplici lenzuola.

Biancheria in poli cotone

Un’alternativa al cotone puro economica e a bassa manutenzione, non fa grinze, si asciuga velocemente e non ha bisogno di essere stirata. Alcune persone si lamentano perché è più calda del cotone durante la notte.

Lino

Il lino è fatto dalle fibre della pianta del lino ed è più pesante e più ruvido del cotone. Si adagia perfettamente sul letto e fa sentire caldi e comodi di notte. E’ un materiale resistente che con una cura adeguata durerà per anni. E’ caro, ma spesso è misto al cotone per renderlo più abbordabile.

Biancheria in seta

La biancheria in seta è molto costosa ed è facile capire perché, è fatta da fibre prodotte dai bachi da seta, che vengono accoppiate e poi diventano tessuto. Dà una sensazione divina sulla pelle, ma richiede un’attenta cura.

Biancheria in bamboo

La biancheria in bamboo è la scelta eco-friendly ed è anche adatta a chi soffre di allergie. E’ fatta dalla pianta che cresce più velocemente al mondo quindi non c’è impatto sull’ambiente ed è anche ipoallergenica e resistente alle muffe. Il bamboo è termoregolatore, vi mantiene freschi d’estate e caldi d’inverno.

Consigli per l’acquisto di lenzuola e federe

Comprendere i numeri dei fili: si riferiscono al numero di fibre tessute in un pollice quadrato di materiale, più alto è il numero di fili, migliore sarà la qualità. Il numero di fili varia da 80 a 1000, la maggior parte dei negozi vende biancheria da letto che ne ha da 150 a 400.

Anche il filato determina la qualità della vostra biancheria. Si riferisce a quanti fili individuali vengono usati per creare un filo di fibra. Il filato singolo usa un solo filo, mentre il filato doppio è fatto di due fili che sono attorcigliati insieme e poi diventano tessuto.

Cura delle lenzuola e delle federe

  • Lavare le lenzuola e le federe almeno ogni sei giorni con un detergente non biologico che non contenga candeggina o enzimi, che potrebbero scolorire il tessuto.
  • Lavare la biancheria in lavatrice seguendo le istruzioni del produttore, di solito a 40 o 60 gradi, ma non di più perché le fibre potrebbero danneggiarsi.
  • Fate asciugare fuori la biancheria quando è possibile, il sole è un disinfettante naturale e ravviva i bianchi.
  • Evitate di mettere nell’asciugatrice la vostra biancheria troppo spesso poiché potrebbe restringersi e state attenti a non tenerla dentro troppo a lungo perché le fibre potrebbero danneggiarsi. Tirate fuori la biancheria ancora umida e fatela asciugare fuori.
  • E’ più facile stirare la biancheria da letto quando è ancora umida.
  • Le lenzuola di seta richiedono un lavaggio a mano le le prime tre volte che le lavate. Dopo possono essere lavate in lavatrice con un ciclo per delicati e un detergente non aggressivo. Fate asciugare all’ombra per evitare che si scoloriscano.

immagine: BuyandCreate.com / CC ( BY-SA )

Leave a Reply